I nostri telai aspettano di tessere i vostri desideri ….. !

mario-celestino-tessitura-11
mario-celestino-tessitura-10
mario-celestino-tessitura-13
mario-celestino-tessitura-14

Le origini della tessitura a Longobucco sono antichissime e comuni ad altre realtà calabresi.
Si racconta che…
i pirati turchi durante le scorrerie prendevano prigionieri gli abitanti delle coste calabre. Molto verosimilmente delle donne ebbero la fortuna, dopo un lungo periodo trascorso nei paesi orientali, di ritornare al luogo di origine e di portare l’arte della tessitura, in particolare l’arte del decoro della tela. Sin qui la leggenda, ma a Longobucco tutto ciò è storia, storia documentata.

La tecnica

Sul telaio orizzontale calabrese si tesse la tela e si eseguono contemporaneamente anche i decori a mano, a punto piatto ( passando i fili della decorazione con le dita in mezzo all’ordito), oppure a rilievo (sollevando il filo del decoro con un ferro). Le materie prime impiegate sono : la lana di pecora, il cotone , il lino , la ginestra , la seta di baco.
La simbologia dei disegni è ricca di fascino, di suggestione ed è frutto di credenze popolari che hanno segnato la vita degli antichi abitanti del paese.

La simbologia dei disegni

Punto del Giudice

Una madre per sdebitarsi presso un giudice che aveva reso giustizia al figlio, accusato ingiustamente, ideò per il nostro telaio questo disegno in un rombo ben delineato dai denti di una sega domina un pino con a destra ed a sinistra due rami di vite e grappoli di uva, sui quali sostano due colombe. La sega simboleggia il tagli netto della giustizia, il pino è il simbolo della vita, della longevità e della forza; i due rami di vite con i grappoli d’uva, che daranno il vino, simboleggiano la gioia; la bilancia che essi formano è il simbolo della giustizia; la colomba sono il classico segno della pace. Così la sapienza popolare e il senso artistico di una massaia longobucchese, hanno saputo farci avere una così splendida immagine della giustizia e della pace.

La Caccia

Su un’intricata ramificazione sono disposti esemplari di diversi animali, molti dei quali esotici: giraffa, leone, pantera, elefante, struzzo. Documentano l’origine orientale del decoro a mano sul telaio.

Tralcio di vite

Uva e pampini, elementi simbolici beneaguranti ed usati anche per i paramenti della liturgia cristiano-cattolica, si sviluppano in un andamento verticale su un tralcio ben delineato.

Testa del Re

E’ un motivo tradizionale formato da un vaso di fiori molto bello ed importante, appunto il vaso del Re, il vaso più bello. Il motivo portante è interrotto da piccoli decori che lo rendono più articolato, composito e meno lineare, dunque più bello.

Seguici : Celestino tessuti d’arte

Copyright © 2020 Mario Celestino